In Progetti didattica

Call 2017 – KA2 Partenariati Strategici per l’Innovazione – Settore Istruzione Scolastica –

Il progetto ha ottenuto il punteggio di 88/100

DAYLIGHTING RIVERS è un progetto Europeo cofinanziato dal Programma Erasmus+ che coinvolge un partenariato Mediterraneo, con problematiche simili riguardo l’urbanizzazione e la gestione dei fiumi. Fanno parte: Italia, con WRF (capofila), Istituto di Biometeorologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche, e il Liceo Scientifico Sensale di Nocera Inferiore, Grecia con il Centro di Studi di Sviluppo e il Liceo di Rafina, Spagna con l’Istituto di Ricerca sul suolo e la sicurezza ambientale e la scuola secondaria Miguel Espinosa, e l’Inghilterra con il Consiglio Internazionale delle associazioni per l’educazione delle scienze.

A causa dello sviluppo urbano accelerato, molti fiumi sono stati dirottati o coperti, a favore delle infrastrutture urbane e dei nuovi quartieri. Ciò ha aumentato i rischi d’inondazione, ha portato alla perdita di biodiversità lungo i corsi d’acqua, a un aumento dell’inquinamento idrico e ad altri danni ai servizi della comunità collegati all’acqua corrente. Il processo attraverso il quale i fiumi incolti o coperti sono scoperti e ri-esposti all’ambiente è noto come DAYLIGHTING RIVERS.

DAYLIGHTING RIVERS si rivolge agli studenti e agli insegnanti delle scuole superiori con l’obiettivo di creare una giovane comunità sensibile al problema dei fiumi urbani e incoraggiare i giovani ad acquisire conoscenze, progettare soluzioni di rigenerazione per i fiumi tombati, utilizzare tecnologie GIS e ludiche come i Location Based Games per smartphones sul tema dei bacini idrologici e l’impatto dell’urbanizzazione.

 

Nota sintetica su Incarichi Partner

– Tutti i partner, comprese le scuole pilota, partecipano alle attività per la produzione dei moduli didattici.

– I moduli vengono poi proposti per la sperimentazione ai licei partner.

– Il percorso si sviluppa con lavoro in remoto, riunioni via skype e meeting internazionali (il primo ci sarà a Londra a fine maggio).

– Il progetto prevede dei workshop in diversi stati, aperti a significative istituzioni e organizzazioni locali anche esterne al progetto: CEBAS organizza quello in Spagna, PRISMA in Grecia, CNR e WRF in Italia.

– Deve essere realizzato anche un seminario di formazione sui moduli didattici digitali rivolto agli insegnanti delle scuole partecipanti al progetto. Il seminario dura quasi una settimana, sarà organizzato principalmente da PRISMA e CEBAS, si terrà a Firenze il prossimo autunno.

– A fine percorso è prevista la presentazione e premiazione delle classi che hanno partecipato ad un contest, attività legata ai moduli didattici prodotti ed eventi di chiusura e di disseminazione dei risultati.

– In conclusione del progetto sarà pubblicata una guida cartacea e digitale. La pubblicazione è a carico della WRF, la traduzione nelle diverse lingue è a carico di CEBAS (spagnolo), PRISMA (greco), CNR (Italiano)

 

A seguire sono indicate le responsabilità dei partner nei diversi settori definite sulla base delle specifiche:

PRISMA sviluppo di questionari per rilevare le competenze e necessità delle scuole (in via di definizione)

IBIMET – CNR: progettazione e sviluppo del metodo didattico da utilizzare nei moduli

CEBAS-CSIC: sviluppo dei moduli didattici da sottoporre alle scuole

PRISMA E IBIMET-CNR: cura degli aspetti tecnologici (software)

SENSALE: E’ maggiormente coinvolto rispetto alle altre scuole nell’applicazione dei moduli nelle classi (fase di pilotaggio).

ICASE: si occupa della valutazione qualitativa ed etica del prodotto didattico.

WRF: capofila, supporta gli altri nella fase di sviluppo di moduli. Si cura della parte finale di disseminazione.

Recent Posts

Leave a Comment

Contattaci

Contact us

Start typing and press Enter to search