In Africa, News

Come nasce il progetto

Il progetto Acqua per Geba è stato voluto dall’associazione italo-etiope RIRDO (Rise for Integrated Rural Development Organization), un’ organizzazione non governativa di Addis Abeba nata per promuovere lo sviluppo delle aree più povere della nazione che si trovano marginalizzate lungo i confini meridionali col Sudan.
Come succede sempre in questi contesti, sforzarsi per migliorare le condizioni di vita non può prescindere dal cercare di incrementare la disponibilità di acqua potabile.
RIRDO ha chiesto ad Acquifera Onlus, associazione di geologi fiorentini, il supporto tecnico necessario per portare avanti l’attività di ricerca idrica per la realizzazione di un pozzo e della rete di adduzione dell’acqua nel Villaggio di Geba.
Al partenariato si sono aggiunti, in un secondo momento: noi di Water Right Foundation e l’associazione CambiaMente Onlus.

Cosa prevede

Il progetto è finalizzato principalmente a favorire il diritto all’accesso all’acqua per le popolazioni della località e delle zone limitrofe.
A questo scopo sono state individuate alcune aree idonee alla realizzazione e al recupero di opere di captazione di acqua, sia per uso alimentare che agricolo.
Accanto agli interventi di costruzione e riabilitazione, verranno affiancate attività di formazione tecnica per il personale incaricato della gestione e della manutenzione delle infrastrutture.
Allo stesso tempo, si prevedono anche attività di sensibilizzazione, nelle scuole delle comunità coinvolte beneficiarie degli interventi, volte alla promozione dell’uso sostenibile e consapevole delle risorse idriche.

Risultati

Il progetto mira a produrre outputs che saranno facilmente sostenibili da parte dei partners dopo la conclusione delle attività.

Ciò in considerazione del fatto che, primariamente, il partner locale considera la ristrutturazione degli impianti di fornitura idrica e di sanitarizzazione delle falde come la assoluta priorità di sviluppo per la propria cittadinanza e, conseguentemente, è in questo disponibile a sostenere economicamente e tecnicamente la manutenzione e la gestione delle infrastrutture ristrutturate anche dopo la conclusione del progetto.

La sostenibilità istituzionale del progetto sarà garantita dal coinvolgimento di istituzioni locali e lo sviluppo di relazioni istituzionali durevoli fra la provincia di Firenze e l’area di Geba. Essendo alla base delle attività del progetto, questa relazione istituzionale è il più importante ed evidente fattore di garanzia di continuità istituzionale dei risultati del progetto anche al termine delle attività; questo garantirà le importanti sinergie fra le iniziative locali legate alla prosecuzione delle attività e le priorità di sviluppo previste dal governo centrale e locale etiope al termine dei lavori del presente progetto.

La cooperazione con istituti scolastici, nel quadro delle attività di sensibilizzazione e di coinvolgimento della popolazione civile ad un uso consapevole e sostenibile della risorsa idrica, assicura il più elevato livello di sostenibilità socio-culturale al progetto.

Il principale risultato che il progetto si propone di conseguire è legato alla fornitura dell’acqua potabile per l’intera popolazione di Geba.
In questo, il progetto avrà effetti positivi e sostenibilità ambientale in termini di:

– miglioramento della qualità di acqua potabile utilizzata dalla popolazione di Geba;
– riduzione dei rischi di contaminazione delle falde acquifere e delle riserve idriche, attraverso l’introduzione di sistemi di protezione e sanitarizzazione a basso costo;
– introduzione di buone pratiche concrete di controllo e monitoraggio del livello di contaminazione dell’acqua, come misure di “manutenzione preventiva” e di salvaguardia preventiva del patrimonio ambientale;
– introduzione di misure eco-sostenibili e non inquinanti di uso dell’acqua, tramite le attività di sensibilizzazione per la cittadinanza e di formazione per i tecnici etiopi; riduzione del rischio di un uso non efficiente e non eco-sostenibile dell’acqua, attraverso il lavoro di sensibilizzazione verso la cittadinanza e gli studenti della scuola.

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment

Contattaci

Contact us

Start typing and press Enter to search